La tessitura  umbra, alla quale si ricollega anche la tradizione artigianale del laboratorio Tela Umbra, costituisce una delle espressioni artistiche più prestigiose. Nei secoli XIV e XV la produzione tessile Umbra conobbe  un forte impulso e si diffuse in tutta Europa come documentato dall'iconografia delle opere pittoriche di grandi artisti del Rinascimento

La tessitura umbra, alla quale si ricollega anche la tradizione artigianale del Laboratorio Tela Umbra, costituisce certamente una delle espressioni artistiche più prestigiose. Essa deriva da una consuetudine e da un ordine antico che si tramandano secondo un preciso rituale le cui origini si perdono nel tempo.
Le tele umbre più antiche si affermano tra l'XI e il XII secolo e sono documentate dalla produzione delle caratteristiche "tovaglie perugine", realizzate con decorazioni blu indaco ed una scrupolosa bicromia. Queste produzioni non sono esclusive dell'area perugina in quanto si ritrovano anche nelle Marche, nel Lazio e in parte della Toscana e presentano motivi decorativi ispirati al mondo classico antico o a quello medioevale, con cervi, grifi, leoni, uccelli o con castelli, alberi e motivi geometrici.
Nei secoli XIV e XV la produzione tessile umbra conobbe un forte impulso e si diffuse in tutta Europa come è documentato dall'iconografia delle opere pittoriche di grandi artisti del Rinascimento. Dopo un periodo di decadenza nell'800 si ebbe una nuova ripresa dovuta in particolare ad alcune donne progressiste che si resero promotrici del recupero e della valorizzazione delle più autentiche espressioni artigianali del passato.